NovantEnnio Morricone, le sue più celebri musiche in un concerto jazz

NovantEnnio Morricone Omaggio a Ennio Morricone I Soliti Ignoti Jazz Orchestra diretti da Aldo Bassi

NovantEnnio Morricone: il nuovo progetto musicale dei Soliti Ignoti Jazz Orchestra. Dopo Village Celimontana, queste le date di agosto: Isernia (1) e Lavinio (16).

 

[guarda qui le altre foto dell’orchestra]

NOVANTENNIO MORRICONE – L’orchestra diretta da Aldo Bassi, che firma anche tutti gli arrangiamenti originali, è un organico rinnovato di 20 elementi con quattro cantanti, sezione ritmica e fiati.

Propone un concerto multimediale per rendere omaggio alle più belle colonne sonore di Ennio Morricone, proprio all’approssimarsi (10 novembre) del suo novantesimo compleanno.

Titoli come “Sacco e Vanzetti”, “Giù la testa”, “Il Buono, il Brutto, il Cattivo”, “Per un pugno di dollari”, “Il clan dei Siciliani”, “Nuovo Cinema Paradiso” e via discorrendo (per un programma musicale di circa 100 minuti) sono proposti al pubblico mantenendo l’idea originale di ciascun brano e arricchendola di variazioni ritmiche e improvvisazioni jazzistiche, con sullo sfondo le sequenze più significative dei film a cui si riferiscono.

Dalla musica sinfonica al jazz, chitarra elettrica compresa…

Gli estratti musicali dai vari film sono legati tra loro con espedienti ritmici e arrangiamenti personalizzati, che spaziano tra vari generi musicali: dalla musica sinfonica al jazz, dalla bandistica fino al solo di chitarra pop. Il risultato è un’opera di assoluto valore musicale, che non si limita alla mera riproposizione delle colonne sonore.

L’inserimento di un gruppo vocale maschile/femminile, crea una splendida fusione armonica con gli strumenti a fiato, dando anche un piacevole tocco di eleganza.

I SOLITI IGNOTI JAZZ ORCHESTRA

  • Direttore e tromba solistaAldo Bassi
  • Vicedirettore e trombone solista – Davide Di Pasquale
  • Voci – Maria Asta, Roberta Giancristofaro, Emanuela Traverso, Umberto Castorina
  • Clarinetto – Raffaele Magrone
  • Sax – Raffaella Vigneri, Marina Acerra, Roberto Leoni, Luciano Rosso, Anna Impellizzeri
  • Brass – Gianluca Urbano, Silvia Livi, Luigi De Angelis, Bruno Gianetti, Alessandro Bartolini, 
  • Pianoforte – Antonino Romano
  • Chitarra – Adriano Scuderoni
  • Contrabbasso – Mauro Cerizza
  • Batteria – Stefano Sommaripa

CONTATTI

I Soliti Ignoti Jazz Orchestra
Ass.ne di Promozione Sociale

Presidente
Umberto Castorina
Tel 377 9620380
Mail: umbertobenny@gmail.com

Direttore artistico
Aldo Bassi
Tel 339 1008446
Mail: aldotrp@gmail.com

Il nuovo CD

Il nuovo CD | La Musica da film dei grandi compositori italiani

Le musiche da film dei grandi compositori italiani 

Il repertorio affrontato

Il nuovo CD tracklistLimitandoci agli autori ripresi nel nuovo CD de I Soliti Ignoti Jazz Orchestra, viene da notare l’utilizzo della tradizione popolare o classica del nostro paese. Questa è tipica ad esempio di artisti come Nino Rota e Nicola Piovani, che hanno associato a quei mondi così variegati il caleidoscopio di emozioni suscitato dalle opere di Federico Fellini e Cerami. 

La grande epopea del jazz, la musica del Novecento per antonomasia, ha invece trovato nella sensibilità e nell’estro di Armando Trovajoli e Piero Umiliani, il filtro ideale per restituire quel carico di ironia, indignazione, commozione rappresentato dai film di Magni, Monicelli, Scola, Vicario. 

Il gusto per il colore esotico trasmesso dalla bossa nova è stato sfruttato da Piero Piccioni per descrivere il carattere trasgressivo di un contrastato rapporto sentimentale. Infine l’autore “nato” per comporre colonne sonore: Ennio Morricone, un universo sonoro fatto di orchestra, fischio, campane, spari, sciami vocali e temi melodici indimenticabili.

La realizzazione del nuovo CD

I Soliti Ignoti Jazz Orchestra hanno voluto rendere omaggio a questi straordinari “mediatori di emozioni”, impegnandosi in un lavoro di riscrittura degli arrangiamenti che, mantenendo i caratteri emozionali originari, cercasse di aggiungere elementi di novità e fruibilità nell’ascolto dei brani, in un contesto diverso dalla sala cinematografica. 

Arrangiamenti originali

Le nuove partiture, frutto del lavoro di Aldo Bassi, Alessandro Bravo e Silvano Sabbatini, pur essendo destinate a una formazione prettamente jazzistica, mirano tuttavia a restituire la varietà dei diversi impianti musicali affrontati, dal bandistico all’orchestrale, al sinfonico, al corale, al piccolo gruppo. 

Il tutto in un contesto di musica live, dove occorreva prevedere spazi per l’improvvisazione, intesa in questo caso come espansione, di volta in volta variabile, della “mediazione emotiva” all’origine delle composizioni. Le parti scritte, per poter divenire “corpo musicale”, hanno dovuto affrontare ore e ore di rielaborazione, discussione e revisione richieste dalla sensibilità di ogni singolo orchestrale. Con un esito finale lasciato alla disponibilità “emotiva” di qualunque tipo di pubblico…